Una kermesse di respiro internazionale dedicata alla conservazione e valorizzazione dei beni culturali, al restauro, ai musei, alla formazione e alla tecnologia, al turismo culturale e ambientale: dal 16 al 18 maggio il capoluogo toscano ospita la VI edizione del Salone arte e restauro di Firenze, che dal 2009 rappresenta il principale evento dedicato agli operatori del settore della valorizzazione del patrimonio culturale mondiale. L’inaugurazione della manifestazione si terrà mercoledì 16 maggio, alle ore 9.30, presso l’Auditorium di Villa Vittoria.

Durante i tre giorni sarà possibile visitare oltre 100 espositori con aziende provenienti da diversi settori produttivi e dalle principali aree merceologiche di riferimento (Area Restauro e Conservazione, Area Formazione, Area Istituzionale, Area Servizi ai Musei, Area Nuove Tecnologie e Consulenze per la Fruizione dei Beni Culturali, Area Retail: Gadget & Bookshop, Area Turismo dei Beni Culturali, Area Ambiente e Beni Culturali). Anche il MiBACT sarà presente con uno stand e con l’organizzazione di mostre e eventi culturali. I Paesi presenti sono Cina, Giappone, Guatemala, Spagna, Portogallo e Austria.

Il Salone arte e restauro offre un programma di alto livello culturale aperto al pubblico per tutta la durata della manifestazione. Saranno organizzati eventi per l’Anno Leonardiano dedicato al 500°anno dalla morte di Leonardo da Vinci, sulla valorizzazione dei Musei, tavole rotonde e giornate di studio dedicate al Restauro e alla Conservazione, convegni accreditati dagli Ordini, corsi di formazione, lectio magistralis, mostre, living lab e molto altro, promossi e realizzati dalle più importanti istituzioni e aziende del settore, a cui prenderanno parte studiosi, ospiti illustri e rappresentanti istituzionali nazionali e internazionali.

Main event del Salone arte e restauro è l’International Conference Florence Heri-Tech: the Future of Heritage Science and Technologies, legato all’Anno Europeo del Patrimonio Culturale (www.florenceheritech.com). Realizzato in collaborazione con il DIEF – Dipartimento di Ingegneria Industriale dell’Università degli Studi di Firenze (www.dief.unifi.it), l’evento accoglie ricercatori e studiosi provenienti da tutto il mondo, chiamati a presentare i loro progetti e ricerche sulla base di quattro aree tematiche principali: Materials Science, Diagnostics and Monitoring, Engineering, Ict and Digital Cultural Heritage con la volontà di raccogliere il maggior numero di progetti e di ricerche volte a dimostrare il valore delle Nuove Tecnologie nei Beni Culturali e nel Restauro. Gli atti del Convegno, saranno pubblicati da IOP Publishing – UK e inseriti nel journal IOP Conference Series: Materials Science and Engineering con l’indicizzazione sui principali motori di ricerca come ISI Web of Science, Scopus, Ei Compendex. Partecipare all’International Conference Florence Heri-Tech è quindi un’occasione unica per studenti, giovani ricercatori, professionisti del settore e aziende per confrontarsi su temi fondamentali per il Futuro lo Sviluppo di Tecnologie Innovative a favore della salvaguardia del Patrimonio Culturale.

A circa mezzo millennio dalla scomparsa di Leonardo da Vinci, la Città di Firenze celebra in anteprima il genio fiorentino, e lo fa attraverso il Salone con l’iniziativa “VERSO L’ANNO DI LEONARDO”, che si svolgerà per tutta la durata della manifestazione e racchiuderà convegni, mostre e incontri con i maggiori esperti leonardisti di fama mondiale.

Ad aprire il programma di omaggi il 16 maggio sarà il convegno “Carte e Terre – Il Codice sul volo degli uccelli, i paesaggi disegnati”, alle ore 10.30 presso la Sala Forni: nell’incontro verranno messi a fuoco argomenti di attualità, collegati alla pratica leonardesca del disegno, inteso come progetto mentale e strumento fisico. Saranno inoltre presentati il restauro del Codice sul volo degli uccelli della Biblioteca Reale di Torino e, per la prima volta a Firenze, un’analisi approfondita del paesaggio raffigurato nel celeberrimo disegno 8Pr e v del GDSU, noto come “La Valle dell’Arno”. Venerdì 18 maggio sarà l’Opificio delle Pietre Dure e Laboratori di Restauro di Firenze che dedicherà all’artista-genio la Giornata di Studi “Storia, tecnica e scienza per il restauro dell’Adorazione di Leonardo da Vinci” dalle ore 9:45 fino alle 17 in Sala Forni.

Un’altra tematica centrale del Salone è quella dello stato dell’arte e del futuro del Sistema-Musei in Italia e all’Estero.

Il 16 maggio l’Università San Raffaele di Roma, con il Patrocinio di ICOM Italia, apre con un convegno dal titolo “L’idea di Museo: Museologia e Museografia verso nuove prospettive”; il 17 maggio “Beni Culturali e Proprietà Intellettuale” a cura di AIPPI – Association Internationale pour la Protection de la Propriété Intellectuelle a cui parteciperanno la Dott.ssa Cecilie Hollberg, il Prof. Avv. Cesare Galli, il Dott. Niccolò Calvani, l’Avv. Piercarlo Pirollo, il Dott. Beniamino de’ Liguori Carino e l’Avv. Giacomo Pailli; il 18 maggio sarà il turno dei Direttori dei Musei, italiani ed esteri, che si confronteranno durante la tavola rotonda “Il Museo Esemplare. Accoglienza, accessibilità, fruibilità, estasi”, promosso dal Salone e coordinato dall’On.le Monica Baldi; alla fine dell’evento sarà assegnato anche il premio “Museo Esemplare” ad un importante istituzione museale. Tutti gli eventi sui Musei si svolgeranno nel pomeriggio dalle 14.30 in poi nella Sala Verde.

Il premio Friends of Florence

Il partner del Salone, Friends of Florence Foundation presenterà alcuni tra i più affascinanti restauri sostenuti dalla Fondazione negli ultimi due anni, fra i quali la Cappella Capponi e la Deposizione del Pontormo in Santa Felicita, il Chiostrino dei Voti in SS. Annunziata, il Ciborio di San Miniato al Monte, il Dio Fluviale di Michelangelo e l’Immacolata Concezione del Bronzino. Nell’occasione sarà inoltre presentato il dipinto vincitore della III edizione del Premio Friends of Florence “Miracolo dell’Indemoniata guarita da Santo Vescovo”. Alle ore 12.30, vi sarà la proclamazione del progetto vincitore della IV Edizione del Premio Friends of Florence a cui andranno donati 20 mila euro volti a finanziare un intervento di restauro su un bene culturale presente in città. Al premio hanno partecipato oltre 40 progetti di restauro.

Mostre Espositive e Performance. Le mostre presenti al Salone a cura della Dr. Francesca Roberti, curatore artistico e direttrice presso TornabuoniArte saranno: 1- Leonardo … Sapeva volare… – mostra di arte contemporanea dove avremo la partecipazione di quattro artisti emergenti del panorama mondiale, e gli artisti fiorentini di spicco internazionale: Patrizio Travagli, Ignazio Fresu, Rocco Normanno, Patrizia Zingaretti, Stefano Mariotti, Vanni Cenerini ed il gruppo Natural Art Design 2. Mostra di Manifesti del 900 su Leonardo da Vinci ed i Medici- Collezione Odoardo Piscini, manifesti italiani e stranieri.

Il Salone dell’Arte e del restauro, ancora una volta, è garanzia di successo e si conferma come l’evento di punta in Italia, l’unico che ha in sé la forza di una città, Firenze, che è riferimento nel mondo per i Beni Cultuali. La capacità di legare arte, sapere e tecnologia rende la manifestazione una rassegna di forte valenza culturale, sottolineando come la valorizzazione e la tutela dei Beni Culturali possano rappresentare uno dei motori della crescita economica e sociale del nostro Paese.

L’articolo Salone ARTE e RESTAURO: a Firenze dal 16 al 18 maggio prende il via la SESTA edizione proviene da Unione Geometri.

Vai alla fonte.

Autore: Redazione

Powered by WPeMatico

_________________________________

CFD FEA Service SRL è una società di servizi che offre consulenza e formazione in ambito ingegneria e IT. Se questo post/prodotto ti è piaciuto ti invitiamo a:

  • visionare il nostro blog
  • visionare i software disponibili - anche per la formazione
  • iscriverti alla nostra newsletter
  • entrare in contatto con noi attraverso la pagina contatti

Saremo lieti di seguire le tue richieste e fornire risposte alle tue domande.

Categorie: Normativa