I benefici della sussidiarietà orizzontale, ovvero un utilizzo
virtuoso del principio che produce benefici con ampie ricadute
sociali, è stato il focus al centro dell’incontro che si è tenuto
a Cagliari. Ecco un resoconto dell’iniziativa promossa dal Collegio
provinciale dei Geometri e Geometri Laureati, che ha esplicato e reso
centrale il sostegno professionale che la Categoria può offrire alla
Pubblica Amministrazione.

Il Presidente del Collegio dei Geometri di Cagliari Franco Cotza ha raggiunto un doppio obiettivo. Il primo è stato la composizione della platea dell’incontro “I Geometri al servizio delle istituzioni per la valorizzazione e il censimento del patrimonio immobiliare pubblico e il supporto alle attività edili”, che si è distinta per la larga partecipazione dei dirigenti della pubblica amministrazione, a livello comunale, provinciale e regionale. Il secondo è stato di aver riunito per l’occasione i rappresentanti nazionali della Categoria, dal Presidente CNGeGL Maurizio Savoncelli, al Vice Presidente di Cassa Geometri Renato Ferrari, al Consigliere CNGeGL Antonio Mario Acquaviva, riuscendo dopo alcuni anni a compattare nuovamente i Presidenti dei Collegi provinciali di Nuoro Livio Lovigu, di Oristano Fulvio Deriu e di Sassari Giuseppe Chessa. Un risultato ottenuto con la collaborazione fattiva dei suoi Consiglieri.

L’appuntamento si è tenuto lo scorso 15 gennaio nella
prestigiosa sala consiliare di Palazzo Bacaredda, alla presenza del
Primo Cittadino Paolo Truzzu e del Vice Sindaco, nonché Assessore
della pianificazione strategica e dello sviluppo urbanistico, Giorgio
Angius.

Nel fare gli onori di casa il Sindaco Paolo Truzzu ha plaudito all’iniziativa. “Potrà contribuire a raggiungere importanti risultati”, riferendosi anche alle pratiche di condono edilizio che devono essere sbrigate negli uffici di via Sauro. Non solo. “Stipulando una convenzione con il Collegio dei Geometri di Cagliari – ha aggiunto – si potrebbero censire gli edifici del Comune per meglio definirne le potenzialità, sotto il profilo dell’utilità pubblica, del decoro e dei servizi ai cittadini”. Dello stesso avviso anche Giorgio Angius, con il suo intervento svolto nella doppia veste di Vice Sindaco e Assessore della Pianificazione strategica e dello Sviluppo urbanistico. Alle sue parole ha fatto eco il Consigliere Antonello Floris, anche lui presente in rappresentanza dell’amministrazione comunale.

Per il Presidente CNGeGL Maurizio Savoncelli “il momento di
grande trasformazione economica e sociale che attraversiamo ci
responsabilizza fortemente. In tal senso, le finalità istituzionali
– che connotano il nostro operato – unite all’impegno della nostra
classe dirigente sono fortemente orientati al sostegno della PA, a
cui possiamo mettere a disposizione un contributo specialistico che
ha una funzione di volano economico anche per gli altri
professionisti tecnici e un’utilità di servizio per i cittadini”.

Anche il Vice Presidente della Cassa Geometri Renato Ferrari ha
sottolineato il gioco di squadra messo in campo per la Categoria,
ponendo altresì in risalto l’unicità del Fondo Rotativo istituito
dall’ente previdenziale. “Una soluzione in cui crediamo molto –
ha affermato – che ha portato riscontri molto positivi negli ultimi
tre anni, da quando è stata messa a disposizione delle pubbliche
amministrazioni temporaneamente prive delle necessarie risorse
economiche. Il valore complessivo è di 3 milioni di euro e consente
l’anticipazione della liquidazione delle fatture dei tecnici.
L’iter di attivazione si articola in pochi e semplici step”.

Fra i contributi resi dai relatori, il più atteso è stato quello del Consigliere CNGeGL Antonio Mario Acquaviva che ha illustrato agli esponenti degli enti pubblici presenti “l’opportunità di intraprendere una collaborazione con la Categoria dei Geometri, basata sul principio della sussidiarietà orizzontale e resa possibile dall’articolo 118 della Costituzione. Un principio che assegna allo Stato, alle Regioni e agli enti locali la possibilità di delegare i professionisti – legittimati dall’appartenenza agli Ordini/Collegi territoriali – all’espletamento delle funzioni tecniche e amministrative, riservandosi quelle di programmazione e controllo. In questo ambito, possono essere annoverati buone prassi e risultati lusinghieri, entrambi raccolti nel corso degli ultimi anni nel campo della valorizzazione immobiliare e del censimento del patrimonio pubblico. Esempi che sono stati dettagliati ampiamente nel corso dell’esposizione”. Una esperienza maturata dal Consigliere CNGeGL Antonio Mario Acquaviva, che ha messo la sua personale competenza a disposizione della Categoria e, su indicazione del Consiglio Nazionale dei Geometri e Geometri Laureati e Cassa Geometri, ha condotto lo scorso anno un ciclo nazionale di sessioni formative denominato “Convenzioni e Fondo Rotativo: gli strumenti per lavorare con i comuni”. Una serie di appuntamenti – a cui si aggiunge ora quello di Cagliari – che diviene la ‘summa’, la parte più alta di quanto finora raccolto e acquisito. Per tale ragione, ricordiamo anche il video tutorial sviluppato dal Geometra Savino Miranda, incentrato sullo SDI – il Sistema Informativo Demanio Marittimo. Uno strumento che si rivelerà particolarmente utile anche per i professionisti e per la PA della Sardegna.

Al dibattito finale che si è aperto con le domande dei
rappresentanti delle amministrazioni pubbliche in sala, sono seguiti
gli approfondimenti dedicati: un confronto vivace e volto a entrare
rapidamente nel dettaglio dell’operatività e nell’analisi delle
possibili azioni da avviare, per dare seguito alla proposta
presentata. In questa cornice è emerso un duplice aspetto: per
primo, come l’impegno della Categoria sia teso nella direzione di
promuovere uno stretto sodalizio con i comuni, volto alla
regolarizzazione e alla valorizzazione del patrimonio immobiliare
pubblico, in regime di sostenibilità; per secondo, quanto tale
azione risponda a una esigenza profondamente sentita, che rispecchia
la conoscenza della dimensione reale della nostra economia e della
nostra società.

In quest’ottica, e dopo tale incontro, le esemplificative buone
prassi di Categoria, come l’accordo ANCI/Cassa Geometri condiviso
con CNGeGL e la Fondazione Patrimonio Comune (FPC), e il protocollo
di intesa ANCI/CNGeGL/FPC/Cassa Geometri per l’accatastamento dei
fabbricati rurali ai sensi della legge (D.L. n. 201/2011 convertito
in L. 214/2011), hanno reso concreto l’impegno istituzionale di
Categoria e sono state considerate l’espressione di una
responsabilità sociale che vuole soddisfare le esigenze dei
cittadini con la competenze dei Geometri liberi professionisti.

L’incontro si colloca come l’ultimo tassello che suggella una
promessa fatta e mantenuta dalla nuova governance del Presidente
CNGeGL Maurizio Savoncelli. All’inizio del nuovo mandato e durante
la prima Assemblea dei Presidenti, oltre che in occasione
dell’edizione 2019 di “Valore Geometra”, era stata infatti
annunciata con determinazione la volontà di decentrare alcune
iniziative. Fra quelle elencate, rientrava il voler assicurare ai
Consigli direttivi materiali e sessioni informative finalizzate ad
aumentare la consapevolezza del valore e delle potenzialità dello
strumento “convenzione”.

L’articolo Al lavoro per il lavoro: i Geometri al Servizio delle Istituzioni proviene da Unione Geometri.

Vai alla fonte.

Autore: Mauro Melis

Powered by WPeMatico

_________________________________

CFD FEA Service SRL è una società di servizi che offre consulenza e formazione in ambito ingegneria e IT. Se questo post/prodotto ti è piaciuto ti invitiamo a:

  • visionare il nostro blog
  • visionare i software disponibili - anche per la formazione
  • iscriverti alla nostra newsletter
  • entrare in contatto con noi attraverso la pagina contatti

Saremo lieti di seguire le tue richieste e fornire risposte alle tue domande.

Categorie: Normativa