Ogni superficie, a prescindere dal tipo di lavorazione che subisce, non coincide mai con la superficie geometricamente perfetta generata dal CAD o modellatore solido. Se esaminiamo nel dettaglio una superficie è possibile notare una successione di “creste” e “valli”. Il grado di rugosità richiesto per una superficie, dipendente dalla funzione cui è destinato il pezzo, influenza un certo numero di fattori tra i quali: l’attrito, la resistenza alla corrosione, la resistenza a fatica.

Prima di proseguire nel dettaglio focalizziamoci su due definizioni: superficie ideale, ovvero quella cui il pezzo in lavorazione dovrebbe tendere, e superficie reale, ovvero quella ottenuta dalle varie lavorazioni di tornitura, fresatura, levigatura, lappatura etc. A queste si aggiunge la superficie media, ovvero quella restituita dal pattino del tastatore. Tutte le irregolarità geometriche vengono classificate in errori di forma, differenza tra superficie media e superficie ideale, ed errori microgeometrici.


Rugosità

Ra (µm)

 

UNIM 36*
Superficie
UNI 4600

Con

asportazione

di truciolo

 

Senza

asportazione

di truciolo

 

0.025

 

0.05

 

0.1

 

0.2
Superfina

 

 

0.4

 

 

0.8
Rettificata

 

 

1.6

 

 

3.2
Lisciata con utensili

 

 

6

 

 

12.5
Sgrossata con utensili

 

 

25

 

 

50

 

Grezza liscia

 

Vecchi segni convenzionali di rugosità UNIM 36.

Prima dell’avvento dei rugosimetri esistevano tavolette con campioni di rugosità  dove l’operaio, con il dito, comparava la rugosità della tavoletta con la lavorazione eseguita.

Tabella della rugosità unificata


Ra 

Rugosità Max.Rz 


Rugosità media su 10 pt Rz 

standard

 

valore di asportazione λc(µm)

 

standard

 

0.012 a 0.08 0.05 s 0.05 z
0.025 a 0.25 0.1 s 0.1 z
0.05 a 0.2 s 0.2 z
0.1 a 0.8 0.4 s 0.4 z
0.2 a 0.8 s 0.8 z
0.4 a 1.6 s 1.6 z
0.8 a 3.2 s 3.2 z
1.6 a 6.3 s 6.3 z
3.2 a 2.5 12.5 s 12.5 z
6.3 a 25 s 25 z
12.5 a 8 50 s 50 z
25 a 100 s 100 z
50 a 200 s 200 z
100 a 400 s 400 z


Relazione tra tipo di lavorazione e Ra

 

Tipo di lavorazione

 

Classe di rugosità

 

N1
N2
N3
N4
N5
N6
N7
N8
N9
N10
N11
N12

Ra in μm   frequente meno frequente

0,006
0,02
0,025
0,05
0,1
0,2
0,4
0,8
1,6
3,2
6,3
12,5
25
50
100
Colata di sabbia
Colata in guscio
Colata in conchiglia
Pressofusione
Microfusione
Stampaggio a caldo
Laminazione a caldo
Laminazione a freddo
Rullatura
Trafilatura a freddo
Stampaggio,estrusione a freddo
Estrusione a caldo
Sinterizzazione (pezzi non por.)
Coniatura
Sabbiatura
Barilatura
Piallatura,limatura,stozzatura
Tornitura longitudinale,pelatura
Tornitura a sfacciare
Tornitura a tuffo
Fresatura
Fresatura chimica
Trapanatura
Alesatura
Elettroerosione
Brocciatura
Rettifica piana
Rettifica cilindrica
Rettifica elettrolitica
Levigatura,lappatura,lucidatura
0,006
0,02
0,025
0,05
0,1
0,2
0,4
0,8
1,6
3,2
6,3
12,5
25
50
100

Formule risolutive per calcolare la rugosità di Ra, Rz, Rz media

 

Ra
Rz
Rz media
 

Rz=Rp+Rv

_________________________________

CFD FEA Service SRL è una società di servizi che offre consulenza e formazione in ambito ingegneria e IT. Se questo post/prodotto ti è piaciuto ti invitiamo a:

  • visionare il nostro blog
  • visionare i software disponibili - anche per la formazione
  • iscriverti alla nostra newsletter
  • entrare in contatto con noi attraverso la pagina contatti

Saremo lieti di seguire le tue richieste e fornire risposte alle tue domande.

Categorie: Meccanica

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.